Cerca


stampa pdf
Proxmox


DESCRIZIONE

Proxmox è una distribuzione di virtualizzazione che offre la possibilità di amministrare i server virtuali (VPS) usando le tecnologie OpenVZ e Linux KVM allo stesso tempo. La gestione avviene facilmente con pochi click attraverso l'interfaccia web, accessibile dopo l'installazione sul tuo server. Connettiti all'interfaccia che troverai su https://iltuoserver.ovh.net con il nome utente root e la password.

KVM

importare una iso

Linux KVM fa una "virtualizzazione completa" e richiede un processore con le flags di virtualizzazione (VMX). Questo ti consente di installare il sistema operativo di tua scelta da un file .iso creato da un CD di installazione.

Per importare un .iso è necessario andare su Proxmox > Immagini ISO
quindi fare clic su "Sfoglia" per selezionare la tua iso.

oppure

posiziona il file .iso direttamente nella cartella /var/lib/vz/template/iso/ del tuo server per poterlo utilizzare dall'interfaccia web

Creare un VM bridge (raccomandato)

Per creare una VM bridge, bisogna andare in Proxmox > Macchine Virtuali > Creare.

Otterrai il modulo di creazione:



Modifica il modulo:

- per selezionare : il media di installazione (la tua iso).

In seguito compila:
- lo spazio disco desiderato.
- il Nome (hostname del server)
- la quantità di memoria desiderata per la macchina virtuale
- il tipo di disco
- il tipo di guest
- il numero della cpu

Per la sezione "rete":

Nell'elenco a discesa seleziona il vmbr0.
In "mac address" indica la mac virtuale da creare dentro il manager v3 per l'ip di questa macchina virtuale.

Per creare un indirizzo mac virtuale vai a questa guida http://guides.ovh.net/DedieMac

Infine clicca su crea.

Una volta creata la macchina virtuale, devi eseguirla per poter lanciare l'installazione.

In Proxmox > Macchine virtuali > clicca sulla macchina virtuale, poi su "avvio". E infine sulla console OPEN VNC per interagire e lanciare l'installazione del sistema.

L'installazione deve essere fatta senza configurare la rete. La configurazione di rete si farà dopo l'installazione del sistema, seguendo questa guida:

http://guida.ovh.it/ClientBridge



Creare una VM routed

Per creare una macchina virtuale routed, devi andare in Proxmox > Macchine Virtuali > Creare.

Otterrai il mudulo di creazione:



modifica il modulo:

- per selezionare: il media di installazione (la tua iso).

In seguito compila :
- lo spazio disco desiderato.
- il Nome (hostname del server)
- la quantità di memoria desiderata per la macchina virtuale
- il tipo di disco
- il tipo di guest
- il numero della cpu

Per la sezione "rete":

seleziona dal meno a discesa il vmbr1.

Infine clicca su crea.

Una volta creata la macchina virtuale, devi eseguirla per poter lanciare l'installazione.

In Proxmox > Macchine virtuali > clicca sulla macchina virtuale, poi su "avvia". Infine sulla Open VNC per interagire e lanciare l'installazione del sistema.

L'installazione deve essere fatta senza configurare la rete. La configurazione di rete si farà dopo l'installazione del sistema. Il gateway sarà l'indirizzo ip dell'host Proxmox.

Esempio di configurazione su una macchina virtuale su debian:
in /etc/network/interfaces :

auto lo eth0
iface lo inet loopback
iface eth0 inet static
address IP.FAIL.OVER
netmask 255.255.255.255
broadcast IP.FAIL.OVER
post-up route add IP.DEL.TUO.SERVER. dev eth0
post-up route add default gw IP.DEL.TUO.SERVER
post-down route del IP.DEL.TUO.SERVER. dev eth0
post-down route del default gw IP.DEL.TUO.SERVER.


esegui il comando:
echo "nameserver 213.186.33.99" > /etc/resolv.conf # configurer le DNS

per un altro sistema operativo ti occorrerà adattare per ottenere lo stesso risultato per la configurazione di rete.

Info !
Per Windows 2003: la netmask a 255.255.255.255 non è accettata da Windows. Ecco la procedura:
  • configura Windows con l'IP failover. La netmask (255.255.255.255) non sarà accettata. Inserisci dunque temporaneamente "255.255.255.0"
  • cambia la netmask con l'editor di registro, al fine di evitare dei problemi in futuro:
    • clicca su "avviare" -> "eseguire"
    • digita "regedit" e poi conferma
    • cerca in HKEY_LOCAL_MACHINE\SYSTEM\ la chiave "SubnetMask" con il valore "255.255.255.0" poi cambiala in "255.255.255.255"



Infine esegui questo comando sostituendo IP.FAIL.OVER in ssh sull'host proxmox :
ip route add IP.FAIL.OVER dev vmbr1



Creare una vm nat

Per creare una vm nat ti consigliamo di creare un bridge a questo scopo:

in ssh con l'utente di root modifica sull'host il file: /etc/network/interfaces

vi /etc/network/interfaces


e aggiungi questo:


auto vmbr2
iface vmbr2 inet static
address 192.168.0.254
netmask 255.255.255.0
bridge_ports none
bridge_stp off
bridge_fd 0
post-up echo 1 > /proc/sys/net/ipv4/ip_forward
post-up iptables -t nat -A POSTROUTING -s '192.168.0.0/24' -o vmbr0 -j MASQUERADE
post-down iptables -t nat -D POSTROUTING -s '192.168.0.0/24' -o vmbr0 -j MASQUERADE


attiva il bridge creato:
ifup vmbr2


In seguito crea la tua macchina virtuale come questa:



modifica il modulo:

- per selezionare: il media di installazione (la tua iso).

In seguito compila:
- lo spazio disco desiderato.
- il nome (hostname del server)
- la quantità di memoria desiderata per la macchina virtuale
- il tipo di disco
- il tipo di guest
- il numero della cpu

Per la sezione "rete":

nell'elenco a discesa seleziona il vmbr2.

Infine clicca su "crea".

Una volta creata la macchina virtuale, dovrai eseguirla per poter lanciare l'installazione.

In Proxmox > Macchine virtuali > clicca sulla macchina virtuale, poi su "avvia". Infine sulla console OPEN VNC per interagire e lanciare l'installazione del sistema.

Nella configurazione di rete della macchina virtuale indica questo in relazione al nostro esempio (che può essere configurato durante l'installazione della macchina virtuale):

ip : 192.168.0.1
netmask 255.255.255.0
broadcast 192.168.0.255
gateway : 192.168.0.254 (ip du vmbr2 sur l’hôte)
nome del server : 213.86.33.99


Una volta installata la tua macchina virtuale sarà funzionale e avrà accesso alla rete esterna.

Se vuoi rendere la tua macchina virtuale accessibile via ssh, ad esempio, devi redirigere una porta dell'host alla tua porta ssh della tua vm.

Per fare questo è necessario eseguire una regola di iptables :
iptables -t nat -A PREROUTING -i vmbr0 -p tcp --dport 1022 -j DNAT --to 192.168.0.1:22


esempio: reindirizza la porta 1022 dell'host sulla porta 22 della macchina virtuale. Pertanto la macchina virtuale sarà disponibile in ssh contattando l'ip dell'host sulla porta 1022.

Perché questa regola abbia effetto dopo ogni riavvio, nel file /etc/network/interfaces

modificala per averla così al livello di vmbr2 :

auto vmbr2
iface vmbr2 inet static
address 192.168.0.254
netmask 255.255.255.0
bridge_ports none
bridge_stp off
bridge_fd 0
post-up echo 1 > /proc/sys/net/ipv4/ip_forward
post-up iptables -t nat -A POSTROUTING -s '192.168.0.0/24' -o vmbr0 -j MASQUERADE
post-down iptables -t nat -D POSTROUTING -s '192.168.0.0/24' -o vmbr0 -j MASQUERADE
post-up iptables -t nat -A PREROUTING -i vmbr0 -p tcp --dport 1022 -j DNAT --to 192.168.0.1:22
post-down iptables -t nat -D PREROUTING -i vmbr0 -p tcp --dport 1022 -j DNAT --to 192.168.0.1:22



OpenVZ


Descrizione

OpenVZ è una tecnologia di isolamento molto potente. Ogni VE (Virtual Environment) ha una propria scheda di rete e altro hardware, e può utilizzare una diversa Distribuzione. Di contro, non è possibile installare altri sistemi operativi (Windows da Linux, * BSD, ...) o diversi kernel nei VE.

Al momento dell'installazione hai disponibili dei "templates" (distribuzioni Linux preparate da OVH per l'utilizzo in VE OpenVZ), che puoi utilizzare alla creazione della VPS con l'interfaccia web. Questo ti permetterà di avviare la prima VPS in 3 click e meno di 2 minuti dopo l'installazione del server con Proxmox!

creare un vm routed

Il modo più semplice mettere un VE (virtual environment) della rete è quello di utilizzare un blocco di indirizzi IP o di IP failover. OpenVZ supporta la configurazione del routing.

Per fare questo, clicca su Macchine virtuali > creare e compilare il modulo come segue :




Seleziona tipo : Container (openvz)
Nel modello seleziona il template che desideri per questa macchina virtuale.

In seguito compila :
- lo spazio disco desiderato.
- il Nome (hostname del server)
- la quantità di memoria desiderata per la macchina virtuale
- la dimensione della memoria di swap
- la password root del server
- la dimensione del disco

A livello di rete, indica il tuo ip failover e il tipo di rete "Virtual Network (venet)" per creare.

Ti basterà in seguito avviare la macchina virtuale per iniziare a utilizzarla.

In Proxmox > Macchine virtuali > clicca sulla macchina virtuale, poi su "avvia".

creer une vm nat

per creare una vm openvz con nat ti basta compilare il modulo come questo che segue:


Seleziona tipo : Container (openvz)
In "modello", seleziona il modello desiderato per questa macchina virtuale

In seguito compila:
- lo spazio disco desiderato
- il Nome (hostname del server)
- la quantità di memoria desiderata per la macchina virtuale
- la dimensione della memoria di swap
- la password root del server
- la dimensione del disco

A livello di rete, indica un ip privato (esempio : 10.0.0.1) e in "tipo di rete" indica "Virtual Network (venet)" per la creazione.

successivamente esegui questo comando in ssh sull'host:

iptables -t nat -A POSTROUTING -s 10.0.0.0/24 -o vmbr0 -j SNAT --to IP.de.votre.serveur_hote


Ti basterà in seguito avviare la macchina virtuale per iniziare a utilizzarla.

In proxmox > Macchine Virtuali > clicca sulla macchina virtuale, poi su "avvia".

Se vuoi rendere la tua macchina virtuale accessibile via ssh, per esempio, devi redirigere una porta dell'host verso la porta ssh della tua vm.

per fare questo ti basterà eseguire una regola di iptables :
iptables -t nat -A PREROUTING -i vmbr0 -p tcp --dport 1022 -j DNAT --to 10.0.0.1:22


esempio: redirigi la porta 1022 dell'host sulla porta 22 della macchina virtuale. Pertanto la macchina virtuale sarà disponibile contattando l'ip dell'host sulla porta 1022.

Per avere questa regola all'avvio del server

crea un file di avvio nella cartella /etc/init.d/nat-vz con questo contenuto:

#!/bin/sh


case "$1" in
start) echo "Starting iptables NAT for openvz"
#remplacer ip.de.votre_serveur.hote par l'ip de sortie
/sbin/iptables -t nat -A POSTROUTING -s 10.0.0.0/24 -o vmbr0 -j SNAT --to ip.de.votre_serveur.hote

#mettre les regles iptables de ajout pour la redirection de port
/sbin/iptables -t nat -A PREROUTING -i vmbr0 -p tcp --dport 1022 -j DNAT --to 10.0.0.1:22

;;

stop) echo "Stopping iptables NAT for openvz"
#remplacer ip.de.votre_serveur.hote par l'ip de sortie
/sbin/iptables -t nat -D POSTROUTING -s 10.0.0.0/24 -o vmbr0 -j SNAT --to ip.de.votre_serveur.hote

#mettre les regles iptables de supression pour la redirection de port
/sbin/iptables -t nat -D PREROUTING -i vmbr0 -p tcp --dport 1022 -j DNAT --to 10.0.0.1:22
;;

*) echo "Usage: /etc/init.d/nat-vz {start|stop}"
exit 2
;;

esac
exit 0


in seguito rendi eseguibile lo script:
chmod 755 /etc/init.d/nat-vz


e metti all'avvio del server:

update-rc.d nat-vz defaults



Créer une vm bridge

Questa configurazione non è consigliata per motivi di prestazioni e non sarà quindi affrontata in questa guida.


Consiglio


Aggiornamento: La distribuzione comprende il kernel Proxmox originale. Verifica bene il contenuto di /boot/grub/menu.lst, in particolare il parametro "root=", prima di riavviare il server dopo un aggiornamento. Per gli aggiornamenti tra le versioni principali, passaggi aggiuntivi possono essere necessari. In questo caso sono disponibili maggiori informazioni insection "Distributions et OS" su travaux.ovh.net.


Mailing list: Per ulteriori informazioni riguardanti l'installazione di VPS, vai alla http://pve.proxmox.com/wiki/Installation Create_Virtual_Machines "> sito Proxmox. In caso di problemi o domande, non dimenticare di iscriverti alla mailing list dedicata al VPS, vps@ml.ovh.net, e invia una mail vuota a vps-subscribe@ml.ovh.net.